Menu

" Abside della Basilica di S.Paolo fuori le mura "

Abside della Basilica di San Paolo fuori le mura. Una delle quattro Basiliche Papali di Roma. La seconda in grandezza dopo San Pietro. Stupenda opera, completamente decorata con pregevole mosaico. E' stata realizzata durante il pontificato di Papa Onorio III. ( 1216-1227 ). Al centro, predomina la figura del Cristo Redentore, nella mano sinistra il Libro dei Vangeli, in atto di benedizione. Ai suoi lati, i santi Pietro e Paolo, affiancati dai santi Andrea Apostolo e Luca Evangelista. Ai piedi del trono, raffigurato in dimensioni minori, il Papa Onorio III, che rende omaggio a Cristo. L' abside, è una delle strutture meno colpite, dal violento e terribile incendio che colpì la Basilica di San Paolo fuori le mura. Si trova a circa due chilometri dalle Mura Ardeatine.
 
Leggi tutto...

" Papa Francesco "

Il vero nome del Santo Padre è Jorge Mario Bergoglio. E' il primo Cardinale che una volta eletto, il 13 Marzo del 2013, ha scelto il nome di Francesco. Quando un Papa sceglie un nome mai scelto da altri Papi prima di lui, non viene mai incluso il numerale "primo", cosa che avviene invece in seguito, quando un altro Papa assume un nome identico. Ha fatto eccezione nella storia della chiesa, soltanto Giovanni Paolo I°, il cui nome comprendeva il "I°" fin dall'inizio. Altra curiosità, nella Basilica di San Paolo fuori le mura, è la prima volta che vengono raffigurate due immagini ecclesiastiche, ancora in vita. Papa Francesco appunto e Joseph Ratzinger, Benedetto XVI.

Leggi tutto...

Basilica di San Paolo

La facciata sopra il colonnato è decorata con dei mosaici eseguiti fra il 1854 e il 1874. Il mosaico è suddiviso in tre fasce. In quella inferiore, su sfondo oro, alternati alle finestre sono raffigurati i quattro profeti dell'Antico Testamento: Isaia, Daniele, Geremia ed Ezechiele. Sopra di essi, prima del cornicione, vi è una fascia con l'Agnus Dei sul monte del paradiso da cui sgorgano i quattro fiumi simboleggianti i Vangeli, nei quali si dissetano dodici agnelli, che simboleggiano gli apostoli. Nel timpano triangolare, infine, vi è raffigurato Cristo benedicente posto in mezzo a San Paolo e San Pietro e la striscia centrale

Al centro del transetto della basilica, sotto l'arco trionfale, si trova il Ciborio, opera in stile gotico di Arnolfo di Cambio che lo realizzò in collaborazione con Pietro di Oderisio, per volere dell'abate Bartolomeo. Realizzato in marmo, è costituito da un'edicola gotica sorretta da quattro colonne corinzie che ha alla base, in corrispondenza dei lati, quattro cuspidi che si aprono verso l'interno con degli archi a sesto acuto. Ai quattro angoli dell'edicola, entro delle nicchie sormontate da cuspidi triangolari, vi sono le statue di San Paolo, San Pietro, Timoteo vescovo e Bartolomeo, il committente.

La Basilica, lunga 131,66 metri, larga 65, alta 29,70 è imponente e rappresenta per grandezza la seconda delle quattro basiliche patriarcali di Roma.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS