Menu

" Altare della patria "

Ufficialmente è il Monumento nazionale a Vittorio Emanuele II. La maggior parte delle persone, lo conosce come " Vittoriano " oppure " Altare della patria ". Una cosa è certa. Dal 1921, data della tumulazione del " Milite Ignoto " sotto la Dea Roma, è il simbolo di tutti i caduti della Prima guerra mondiale. Questo imponente monumento in stile neoclassico, è situato su uno dei sette colli di Roma, il Campidoglio, è stato costruito tra il 1885 ed il 1927, su progetto dell' architetto Giuseppe Sacconi. E' stato ufficialmente inaugurato il 4 Giugno del 1911.
Leggi tutto...

" Marforio "

Marforio, una delle sei statue parlanti di Roma. Scultura marmorea di epoca romana. Rinvenuta nel Foro di Augusto, presso il Tempio dedicato a Marte Ultore, in latino " Martis Forum " da quì il nome Marforio. Dopo Pasquino, forse è la più nota. E' conservata ai Musei Capitolini, considerati il primo museo al mondo, luogo dove l'arte poteva essere visibile a tutti. Aperti al pubblico nel 1734, con il benestare di Papa Clemente XII. Le altre statue, così dette "parlanti" sono Madama Lucrezia, Abate Luigi, la fontana del facchino, ed infine la fontana del babuino.

Leggi tutto...

" I Leoni Egizi del Campidoglio "

Le due fontane, poste sulla cordonata del Campidoglio sono in basalto nero, provenienti dall' Iseo Campense, il tempio che Domiziano fece erigere in onore delle divinità Iside e Serapide. Giunsero in Campidoglio per volere di Papa Pio IV, 1560/1565, dopo essere state collocate davanti la chiesa di S. Stefano del Cacco. Furono sistemate sulla testata della cordonata da Giacomo Della Porta nel 1582, sopra due alti basamenti decorati. Antiche leggende, raccontano che le due fontane zampillarono vino rosso per occasioni speciali, come ad esempio l’ elezione del Papa Innocenzo X nel 1644.
Leggi tutto...

" Piazza del Campidoglio "

" Piazza del Campidoglio " 
Era il 1534-38, quando Michelangelo riprogettò completamente la piazza, facendola tornare agli onori che meritava. Doveva volgere verso San Pietro, nuovo centro politico della città, non più verso il Foro romano. Prima di allora si trovava in uno stato di totale abbandono ed incuria, tanto che veniva definita " Colle caprino ", in quanto utilizzata per il pascolo delle capre. La statua equestre di Marco Aurelio, che inizialmente si trovava in Piazza San Giovanni, dove ora troviamo l'obelisco, fu spostata proprio quì. Dopo lungo restauro, l'originale è ora custodita nei musei Capitolini ( aperti nel 1734, sono il museo pubblico più antico del mondo ) mentre quella che ammiriamo nella piazza è una copia.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS