Menu

" Usi e costumi nell'antica Roma/In strada "

" Usi e costumi nell' antica Roma / In strada "
La vita in strada nell' antica Roma; è paragonabile ad un grande campeggio. Le strade sono sempre molto frequentate, per un motivo ben preciso. Come nella maggior parte dei casi, le case, ovvero le " Insulae " sono piccole e scomode, non hanno gli optionals che abbiamo ora. Non c'è il bagno, si deve andare in strada fino a raggiungere le " Foriche ", la cucina tanto meno, si raggiungono i " Thermopolium " oppure le " Popine ", i nostri bar, le birrerie...si gustano cibi caldi e si beve in compagnia. Per lavarsi si va nelle Terme, ecco il perchè del paragone con i campeggi dei tempi nostri, si vive molto in strada per raggiungere il luogo per ogni necessità. Nelle Insulae si torna la sera, per dormire. La vera casa, per i romani...è Roma!!! Ecco spiegato il motivo della grande moltitudine di persone che affollano ogni giorno strade e vicoli.
Leggi tutto...

" Nun c'è trippa pè gatti!!! "

I gattoloni di Roma, sono diventati famosi grazie ad un detto!!! 
" Nun c'è trippa pè gatti!!! "...Ma sapete perchè si dice così?
Ci troviamo nel periodo che va dal 1907 al 1913. Sulla poltrona del primo cittadino del Campidoglio, siede Ernesto Nathan, nato a Londra da madre Pesarese e padre Tedesco, entrambi di origine Ebraiche. E' un periodo di grande crescita per la Capitale d' Italia, tanto lo si deve anche a questo personaggio. 150 Asili Comunali, il Palazzo di Giustizia, la Centrale Montemartini, il Vittoriano e le tanto discusse negli ultimi tempi, Aziende Municipalizzate Atac ed Acea. Molti soldi spesi dalle casse Comunali, tanto per cambiare direte voi, come tanto per cambiare a Roma molti erano i topi che mettevano a rischio la salubrità dei luoghi e dei cittadini. Troppe spese, tra cui anche la voce " Frattaglie per i gatti ". Si fornivano le colonie feline dell' epoca. Nathan non ci pensò due volte, ed uscì con un proclama!!! Da oggi in poi... " Non c'è trippa per gatti ", pensando di risollevare l' economia della città risparmiando quei soldi...non sappiamo quanto influì questa scelta, una cosa è certa, da allora i gattoloni di Roma sono diventati famosi come Star e protagonisti indiscussi della scena, anche grazie a questo detto, tanto caro ai romani.

Leggi tutto...

" Usi e costumi nell' antica Roma/ La colazione "

" Usi e costumi nell' antica Roma/ La colazione "

Cosa mangia un romano la mattina? Diciamo che non vale per tutti la stessa regola; un povero mangia quello che può e non è sempre sufficiente. Un aristocratico invece, ha ampia scelta...delle buone focacce, del latte, pane su cui spalmare del miele...ma anche quello che è avanzato dalla cena della sera prima, quindi formaggio, carne, frutta. Potremmo definirla una colazione all' americana, molto ricca, anche perchè il pranzo invece sarà frugale, veloce, si dovrà pensare agli affari, agli incontri commerciali. Non ci sono, come accade oggi sulle nostre tavole, caffè e cioccolata. I romani ancora non li conoscono. Pensate, il caffè cresce allo stato selvatico in Etiopia, viene usato da eremiti che ne apprezzano la capacità di tenere svegli, si accentua l' attenzione. Una curiosità...la diffusione del caffè avverrà soltanto dal Medioevo in poi, essenzialmente nel mondo Islamico, per molto tempo il punto di partenza per la distribuzione dei sacchi di caffè avrà un luogo ben preciso sul Mar Rosso; il Porto di Mohka, un nome da noi molto diffuso se si parla di prima colazione.

Leggi tutto...

" Chiesa di S. Francesco a Ripa "

Nella chiesa di San Francesco a Ripa, nel Rione Trastevere, venne ospitato nel periodo che andava dal 1209 al 1223, San Francesco d' Assisi. Visite periodiche al Papa, questo il motivo della presenza a Roma del Santo. Avvenne grazie al diretto interessamento di Jacopa dè Settesoli, che si occupò nel 1229 anche del restauro dell' intero complesso religioso. Jacopa dè Settesoli, a cui è dedicata la via adiacente a Piazza San Francesco d' Assisi. Fu data in moglie quando era giovanissima a Graziano Frangipane dè Settesoli, della nobile Casata romana dei Frangipane, proprietari anche della Torre della Moletta al Circo Massimo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS