Menu

" Giuseppe Berneri "

Percorrendo Via Casilina, all' altezza di Torre Spaccata, si incontra una targa...ricorda un poeta e commediografo italiano, romano. Giuseppe Berneri ( Roma, 1637 - Roma, 1701 ). Nato e vissuto a Roma, membro di diverse Accademie letterarie che esistevano a quei tempi. È stato un cortigiano di casa " Rospigliosi ", antica Famiglia di Pistoia. Non molti sanno, che è lui ad aver composto il poema eroicomico in romanesco..." Meo Patacca ". I mille volti di Roma nostra. Della nostra fantastica e magica città.

Leggi tutto...

" Il cannone del Gianicolo "

Forse non tutti sanno che...
Il cannone del Gianicolo, che indica l' arrivo del mezzodì, è stato introdotto da Papa Pio IX nel 1847. Inizialmente era a Castel S. Angelo. E' stato spostato a Monte Mario nel 1903. Si trova al Gianicolo, dal 1904. L' Unità d' Italia ( 17 Marzo 1861 ) non interrompe questa tradizione, lo farà la guerra. Il 21 Aprile del 1959, Anniversario della Fondazione di Roma ( 21 Aprile 753 ) verrà ripristinato.

Leggi tutto...

" Ghetto Ebraico "

La densità abitativa del Ghetto ebraico. Le case sviluppavano molto in altezza. Arrivavano fin sopra il Tevere. I meno fortunati abitavano a ridosso del fiume. Le piene erano frequenti, e di conseguenza disagi e problemi correlati. La creazione dei muraglioni, per arginare la potenza del fiume, cambiò in meglio la situazione, del Ghetto, di Roma in generale. L'ultima inondazione che troviamo sulle pagine della storia, è datata 28 Dicembre 1870. Dopo quella data infausta, si mossero le istituzioni di quel periodo, capitanate da un Giuseppe Garibaldi deciso a trovare una soluzione a lungo termine. Dal 1875, i muraglioni contengono qualsiasi piena del Tevere, aiutati da potenti collettori e da dighe idroelettriche, che gestiscono al meglio la quantità enorme d' acqua che arriva ed attraversa il centro abitato.

Leggi tutto...

" I Sanpietrini di Roma "

I Sanpietrini. Sono lì dal cinquecento, per agevolare il passo alle carrozze, pavimentano alcuni tratti della nostra città. Si tratta di cubetti di basalto, tagliati a forma di piramide tronca. Le misure standard sono 12 x 12 x 18. Rendono caratteristica Roma. Talvolta ci si imbatte in sanpietrini d' ottone, si tratta delle cosiddette " Pietre d' inciampo ". Iniziativa lanciata dall' artista tedesco Gunter Demnig. Nasce per indicare e ricordare dove abitavano alcuni dei deportati, avviati ai campi di sterminio nazisti, sia ebrei, sia oppositori politici.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS